Panella e Maioli regalano la vittoria ad un’Academy Fanfulla sprecona

DUO VINCENTE - Erica Panella e Anita Maioli, autrici dei goal vittoria bianconeri

DUO VINCENTE – Erica Panella e Anita Maioli, autrici dei goal vittoria bianconeri

Brescia (BR) – L’Academy Fanfulla cercava la vittoria per continuare la rincorsa al duo di testa formato da Oratorio Frassati e Doverese, mentre il Mario Bettinzoli era alla ricerca del terzo risultato utile consecutivo. C’erano tutti i presupposti per una partita interessante, all’Oratorio Don Bosco di Brescia. Alla fine a vincere è stata la formazione lodigiana, grazie alle reti di Panella e Maioli. Il 2-0 finale però poteva essere più ampio visto il gran numero di occasioni da goal create dalle bianconere. Occasioni che però non sono state tramutate in goal, per demeriti delle bianconere ma anche per la bravura del portiere avversario. Così facendo la gara è rimasta aperta fino alla fine, anche se c’è da dire che il Mario Bettinzoli non ha creato particolari pericoli dalle parti di Uggè.

Il match incomincia subito bene per le bianconere. Al 5° minuto grande passaggio in profondità di Del Miglio. Il passaggio filtrante raggiunge Panella, che dopo aver controllato la sfera al limite dell’area di rigore con un perfetto tiro ad incrociare di sinistro supera De Filippo. All’11° minuto occasione per il Mario Bettinzoli con un tiro di Morè, parato senza problemi da Uggè. Un minuto più tardi ecco arrivare il raddoppio bianconero. Rete che arriva direttamente da calcio di punizione, grazie al bel sinistro di Anita Maioli.  2-0 e gara in discesa per le bianconere. Al 16° nuova occasione per l’Academy Fanfulla con Panella, tuttavia la sua conclusione termina a lato della porta di De Filippo. L’estremo difensore bresciano si supera però al 18°, quando devia in corner una bella girata di Palazzo. Per il resto le guerriere bianconere fanno girare bene palla a terra, e così facendo dimostrano di andare in porta con facilità. In certi frangenti però utilizzano troppo il lancio lungo agevolando la formazione bresciana.

Si chiude dunque due a zero un primo tempo a forti tinte bianconere. Ripresa che si apre con un brivido, quando Paonessa conclude alto da buona posizione. Da quel momento in poi è un susseguirsi di occasioni per l’Academy Fanfulla che tenta in tutti i modi di chiudere la contesa. Al minuto 55 ci prova Lusuardi dal limite dell’area, para De Filippo. Al 66° minuto bel lancio in profondità per Zoppetti, che tenta di superare con un pallonetto l’uscita dell’estremo difensore bresciano. De Filippo però non si fa sorprendere e respinge. Due minuti dopo è la volta di Del Miglio, ma il suo tiro finisce fuori. Sempre la centrocampista bianconera ci prova al 73°, ma anche in questo caso il suo tiro finisce a lato. Academy Fanfulla in controllo della partita, con il Mario Bettinzoli che cerca invano di rientrare in partita. Bresciane anche un po’ troppo fallose, ma l’arbitro sorvola (forse troppo) su alcun contrasti decisamente duri. L’occasione più ghiotta ce l’ha sul piede sinistro Panella al 77°. De Filippo non trattiene, sul pallone s’avventa Panella, che calcia di sinistro a colpo sicuro; tuttavia il suo tiro centra in pieno il palo. Sullo sviluppo dell’azione il colpo di testa di Palazzo termina alto. Si rimane dunque sul due a zero. A due minuti dal termine nuova chance per Lusuardi, ma il suo tiro termina a lato. Esattamente un minuto più tardi, lancio in profondità per Panella. L’attaccante bianconera arriva sul fondo e mette in mezzo. Il passaggio trova Politi libera di stoppare la palla e calciare indisturbata verso la porta di De Filippo. Il tiro della giocatrice ludevegina termina però sulla traversa. Le giocatrici dell’Academy Fanfulla nonché i supporters bianconeri non ci possono credere. Sembra che la porta del Mario Bettinzoli sia stregata; la palla non ne vuole proprio sapere di entrare. Infine ci prova ancora Lusuardi, ma il suo tiro è parato da De Filippo. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Dorjan Xherri fischia la fine dell’incontro.

Match che hai visto l’Academy Fanfulla giocare un buon calcio per buona parte della gare, anche se alcuni casi come detto in precedenza si è preferito giocare a palla alta,invece che rasoterra. Così facendo si è avvantaggiato il gioco fisico delle bresciane. Le quali tuttavia non sono riuscite, a meno dell’occasione del secondo tempo a creare reali pericoli. L’unico neo è il fatto di non aver chiuso subito la gara, perché bastava una rete per riaprire una partita che era già chiusa. Non bisogna farne comunque un dramma, adesso c’è da pensare al prossimo impegno casalingo contro il Nuova Frontiera (autore fin qui di un buon campionato e a pari punti proprio con l’Academy Fanfulla).

Matteo Conca

Addetto Stampa

About fanfullacalciofemminile